Il metodo Esagramma

Il metodo di musicoterapia orchestrale ESAGRAMMA prevede per tre anni sedute settimanali di un’ora e mezza, con gruppi di lavoro composti al massimo da sette allievi e da un’équipe di terapeuti e musicisti. Il percorso musicale propone la progressiva conquista di forme musicali complesse. Partendo da ninne-nanne, marcette e corali, si approda alla sinfonia passando attraverso suites e sonate. Gli strumenti sinfonici (violini, violoncelli, contrabbassi, arpe, xilofoni, pianoforti, grandi e piccole percussioni) e le rielaborazioni orchestrali della letteratura classica sono i validi alleati dei gruppi orchestrali integrati.

Ogni seduta è videoregistrata e le riprese vengono esaminate e discusse all’interno dell’équipe con il supervisore. Ogni incontro prevede la raccolta e la stesura in un diario delle osservazioni strutturate relative al lavoro svolto. L’itinerario è scandito da regolari incontri con i genitori, dalla consegna di un profilo psicopedagogico dell’allievo e da eventuali interventi di sostegno personalizzati.

Ciascun percorso annuale si conclude infine con un concerto la cui esposizione pubblica è opportunamente graduata. Il triennio di musicoterapia orchestrale è rivolto anche ai bambini dell’età prescolare che possono accedere, accompagnati da un genitore, a piccoli gruppi orchestrali. L’Accademia Francesco Soldano – Scuola Gaetano Bonoris, gestita dall’Associazione Francesco Soldano, è un ente a sfondo culturale che svolge molteplici attività e promuove varie iniziative: corsi di musica orchestrale a valenza musicoterapeutica per persone disabili e con difficoltà; laboratori musicali rivolti alle scuole del territorio; seminari e incontri di approfondimento per stimolare il dibattito culturale su tematiche legate ai temi delle differenze e della diversità.

“Diversità, bellezza, solidarietà, incontro: sono queste le quattro parole chiave che, in questi anni, hanno portato l’Associazione Francesco Soldano a stringere contatti e relazioni con un mondo straordinariamente ricco di valori umani – quello delle associazioni di solidarietà – fatto di persone, di coraggio e di generosità. Un’esperienza emozionante che ha permesso di creare rapporti intensi con operatori, familiari e personale sanitario: si è constatata la straordinaria potenzialità di apprendimento di disabili che, imparando a suonare uno strumento, hanno acquisito autostima e capacità di relazionarsi con gli altri.

Da qui è nato il Laboratorio di Educazione Musicale “DieciDiesis”, progetto dell’Accademia Musicale Francesco Soldano – Scuola Gaetano Bonoris, che si propone di diventare un’esperienza pilota capace di dare voce ad un mondo di eccellenza umana, dove la musica può diventare un prezioso strumento in grado di valorizzare le potenzialità di ciascuno, favorendo un nuovo approccio educativo e riabilitativo.”

Il direttore
Daniele Alberti

L'accademia

Alcune immagini